Pensione minima aumento a 600 euro da marzo, che fine ha fatto?

La pensione minima ufficialmente passa a 600 euro, come previsto nel maximendamento del Governo sull’accordo pensioni.

L’aumento è previsto solo per gli over 75, ma sembra che qualcosa ancora non funzioni. Infatti, una Lettrice chiede: <<Pensionata 78 enne, anche a marzo 563 €, ma non dovevano essere 600 da marzo?>>

Analizziamo perché l’INPS non accredita l’importo aumentato di 600 euro al mese. Precisiamo che l’INPS per effetto della perequazione piena ha rivalutato del 7,3% le pensioni minime, fino a 4 volte il minimo. Pertanto dal mese di marzo ha erogato trattamenti più alti considerando gli arretrati da gennaio 2023.

Pensionato e soldi pensione
Aumento pensione minima (Bing)

Pensione minima a 600 euro, perché l’aumento non arriva?

L’aumento non è ancora completo perché manca l’adeguamento straordinario pari a un ulteriore 1,6% per l’anno 2023, ma limitatamene ai pensionati con almeno 75 anni di età. L’applicazione dell’adeguamento porterà la pensione minima a 600 euro al mese. La nostra Lettrice rientra in questo caso.

Per l’ulteriore aumento a 600 euro bisogna attendere che l’INPS proceda all’incremento transitorio circa del 1,6% solo per gli over 75, con effetto retroattivo da gennaio 2023. Si prevede che l’assegno di pensione minima arriverà con l’integrazione dal mese di aprile 2023, si attendono conferme dall’INPS.

Entra  Gruppo WhatsApp e riceverai notizie sul lavoro, invalidità, pensioni, sui vari bonus e Legge 104.

Nei gruppi Facebook puoi confrontarti con migliaia di persone con i tuoi stessi interessi:

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE