Smart Working nei luoghi di villeggiatura è possibile ma non tutto si può fare| Regole e normativa da conoscere

Smart working e le regole da seguire per lavorare in sicurezza rispettando le normative vigenti, soprattutto nei luoghi di villeggiatura durante la stagione estiva. Sempre più aziende adottano questa modalità per rispondere alle esigenze dei lavoratori che cercano di conciliare il lavoro con la vita privata.

Smart Working e vacanze: le indicazioni utili per lavorare in sicurezza

Luca Furfaro, esperto di welfare e consulente del lavoro, titolare dello studio Furfaro, spiega che è necessario stipulare un accordo individuale scritto tra dipendenti e datore di lavoro che stabilisca in quali luoghi o tipologie di luogo potrà lavorare il dipendente in smart working.

Sebbene la normativa preveda che è possibile lavorare sia indoor che outdoor, il lavoratore deve disporre degli strumenti di lavoro imprescindibili, come l’illuminazione, un piano di lavoro, una sedia con schienale, il ricircolo dell’aria e la connessione internet. Inoltre, il lavoratore è responsabile per questi strumenti quando lavora al di fuori della propria sede. È importante fare attenzione alla sicurezza, poiché il lavoratore è tutelato dagli infortuni, anche nel tragitto tra l’abitazione e il luogo prescelto per lavorare. Tuttavia, il luogo prescelto deve essere scelto secondo un criterio di ragionevolezza e non deve comportare rischi per la salute e la sicurezza del lavoratore.

Le regole per lavorare all’estero

Lo smart working all’estero è un desiderio comune di molti lavoratori, ma ci sono vincoli da considerare, come la legislazione del paese in cui si intende lavorare per quanto riguarda la retribuzione, l’inquadramento, gli orari di lavoro e la sicurezza.

Smart working regole
Smart working – normativa (Bonus 24Ore)

Nel caso si volesse lavorare per un periodo all’estero, occorre sempre informare il proprio datore di lavoro e verificare come tale periodo potrà essere gestito a seconda del paese nel quale ci si reca.

Smart working nei luoghi di villeggiatura

In sintesi, lo smart working sta diventando sempre più diffuso e che è importante seguire le regole per lavorare in sicurezza anche nei luoghi di villeggiatura durante la stagione estiva. È necessario stipulare un accordo individuale scritto tra dipendenti e datore di lavoro che stabilisca in quali luoghi o tipologie di luogo potrà lavorare il dipendente in smart working. Inoltre, il lavoratore deve disporre degli strumenti di lavoro imprescindibili e fare attenzione alla sicurezza. Infine, se si vuole lavorare in smart working all’estero, occorre sempre informare il datore di lavoro e verificare le normative del paese in cui si intende lavorare.

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE