Ape Sociale e qualche ora di lavoro: si considera nel reddito tassabile

L’APE Sociale è una prestazione previdenziale che permette di anticipare la pensione a 63 anni. Il requisito contributivo richiesto oscilla dai 30 ai 36 anni in base alle quattro tutele.

Questa prestazione prevede la cessazione del rapporto di lavoro, ma ci sono delle eccezioni. Un Lettore attraverso il nostro canale di WhatsApp chiede: “da poco prendo l’APE Sociale, se faccio qualche ora di lavoro cosa succede, sono inserite l’anno prossimo nel 730?”.

Ape Sociale e lavoro: compatibilità e reddito tassabile

Purtroppo, chi accetta un lavoro percependo l’anticipo pensionistico APE Sociale, rischia di perdere il diritto alla prestazione. La norma prevede che, per poter accedere a questa prestazione, bisogna cessare l’ attività lavorativa.

Ape Sociale e compatibilità lavorativa
Ape Sociale e compatibilità lavorativa – Bonus24Ore.it

Anche se è prevista, in una fase successiva, la possibilità di effettuare un’attività di lavoro, cosiddetta “leggera” che produca al massimo 8.000 euro annuali lordi se attività lavorativa dipendente o parasubordinata. Oppure, 4.800 euro annuali lordi se lavoro autonomo. Però, bisogna fare molta attenzione, perché se si superano questi limiti si perde il diritto all’APE Sociale.

Per l’attività lavorativa svolta come dipendente o parasubordinato, esiste l’obbligo del rilascio della Certificazione Unica a fine anno. Tale CU deve essere inserita nel 730 o modello Redditi delle persone fisiche. Pertanto, va a confluire nel reddito imponibile ai fini IRPEF.

Qui la scheda INPS con tutte le informazioni: APE Sociale – anticipo pensionistico

Se hai dubbi o domande invia il tuo quesito

Entra nella Community e nella Chat del Gruppo WhatsApp al n. 379 122 78 26 con notizie sul lavoro, invalidità, pensioni e sui vari bonus e Legge 104. Nei gruppi Facebook puoi confrontarti con migliaia di persone con i tuoi stessi interessi:

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE