BPM “maggiori tutele per il caro energia” e amplia il plafond a 5 miliardi per sostenere le imprese

BPM rinnova a 5 miliardi il plafond per i prestiti a breve e medio termine con garanzie pubbliche e amplia la capacità di prestito.

BPM “maggiori tutele per il caro energia”

BPM sta sostenendo le imprese aumentando il tetto degli “alti costi energetici” a 5 miliardi di lire per limitare l’impatto dell’aumento dei prezzi dell’energia e delle materie prime. Oltre al plafond di 3 miliardi di euro stanziato nel marzo dello scorso anno, la banca ha rinnovato la scadenza del plafond per i prestiti a breve e medio termine garantiti dal governo, ampliando la propria capacità.

Leggi anche: Al via al bonus gasolio per gli autotrasporti, la data è ufficiale

In questa difficile congiuntura economica, la banca, come riporta una nota, intende sostenere tutti i segmenti di attività, compreso il terzo settore. Propone soluzioni dedicate per il finanziamento di scorte e materie prime disponibili a condizioni finanziarie e tecniche vantaggiose. BPM conclude che questo plafond dedicato alle imprese, è supportato anche dagli strumenti messi a disposizione dal Decreto Aiuti attraverso la Sace e il Fondo Centrale di Garanzia.

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE