Ibuprofene difficile da trovare, disponibile con la preparazione galenica

Sifos-Sifap Sifo e Sifap sono liete di annunciare la revisione delle istruzioni per la formulazione orale di ibuprofene in sospensione.

Lo scorso luglio, l’Associazione Italiana Farmacisti Ospedalieri (Sifo) e l’Associazione Italiana Farmacisti Dispensatori (Sifap) hanno redatto un documento contenente le istruzioni operative per la preparazione delle sospensioni orali a base di ibuprofene (flaconi da 100 mg/5 mL 150 mL – flaconi da 200 mg/5 mL 100 mL).

Successivamente, le società hanno messo a disposizione dei redattori la “Revisione 1.0 del 29 luglio 2022” di queste istruzioni. La Federazione Italiana Farmacisti (Fofi) osserva che, rispetto alla versione precedente, “la nuova versione si distingue per la specificazione del controllo del pH come parte del controllo del prodotto finale (punto 5), la nuova indicazione sulla stabilità del preparato (punto 7) e l’inserimento di note aggiuntive (punto 9)”.

Leggi anche: Farmaco Fentanil: uno studio rivela gli effetti sul cervello, la scoperta è inquietante

Ibuprofene: le nuove istruzioni sul prodotto finito

Le istruzioni fornite da Sipho e Siphap hanno lo scopo di consentire ai farmacisti delle farmacie distributrici di fornire soluzioni combinate di ibuprofene ai pazienti quando i farmaci industriali non sono disponibili.

Le istruzioni operatove approvate da Siphap e Sipho riguardano la preparazione di sospensioni orali a base di ibuprofene in caso di carenza di farmaci industriali. Come si legge nella nota: “la preparazione deve essere effettuata in un laboratorio farmaceutico e in conformità alle Norme di Buona Preparazione (Nbp)”.

Rispetto alla prima versione del documento, il controllo del pH è stato aggiunto ai compiti di controllo del prodotto finale, che ora comprendono “la verifica della correttezza delle procedure eseguite, il controllo visivo, il controllo del pH, il controllo dell’imballaggio, in particolare della sua tenuta, la verifica del corretto riempimento rispetto all’etichetta e il controllo della ridispersibilità di fase”.

Stabilità del farmaco

In questa revisione, Sifap e Sifo hanno aggiunto una nuova indicazione sulla stabilità della formulazione, che prevede che. Utilizzando il conservante acqua proposto (0,1% di parabeni) nella formulazione 4, e sulla base della letteratura e delle informazioni disponibili, si ritiene possibile una data di fine vita di 60 giorni, ma in ogni caso deve essere inferiore al 25% della durata minima di conservazione dell’ingrediente utilizzato”.

Per la preparazione di sospensioni orali di ibuprofene, i farmacisti possono utilizzare Acef base liquida per sospensione, Galeno base per sospensione orale, Fast Oral Solution Wagner – Farmalabor SyrSpend SF PH4. Si può valutare l’uso di materiali di base già pronti, come il Fagron. In questo caso, la data di utilizzo finale viene determinata sulla base di indicazioni e/o studi di stabilità forniti dal produttore stesso e si procede al controllo del prodotto finale previsto.

Fonte: Farmaciavirtuale.it

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE