Permessi legge 104 anche se non si è sposati

I permessi legge 104 consistono in tre giorni al mese retribuiti, concessi ai lavoratori dipendenti disabili o ai lavoratori caregiver.

Su questa tipologia di permessi riconosciuti dall’INPS, ci sono molte incognite. Ci è pervenuto il quesito di un Lettore: “Il mio compagno ha un’invalidità con handicap grave, è in possesso della legge 104 art. 3 comma 3. Conviviamo da due anni, anche se non siamo sposati, posso usufruire dei tre giorni di permesso mensili per assisterlo?”

Leggi anche: Permessi legge 104 anche nei giorni festivi? La risposta arriva dall’INPS

Permessi legge 104: le nuove disposizioni

La risposta è positiva, è possibile fruire dei permessi 104 anche se non sposati. Ciò è possibile dopo l’entrata in vigore della legge che disciplina le unioni civile tra le persone dello stesso sesso e le convivenze (76/2016).

In effetti, la legge precisa che possono fruire dei permessi anche le persone non unite civilmente. Inoltre, a dare un’ulteriore svolta è la Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittimo l’art. 33 comma 3 della legge 104/92 nella parte in cui non includeva il convivente, in alternativa al coniuge, parente o affine entro il secondo grado, tra i soggetti legittimati a fruire del permesso mensile per l’assistenza alla persona con handicap grave.

Pertanto, il diritto a usufruire dei permessi può essere concesso, in alternativa: al coniuge, al partner dell’unione civile, al convivente di fatto, al parente o alla fine entro il secondo grado.

È possibile seguire i nostri aggiornamenti inviandoci un messaggio tramite whatsapp al numero 379 122 78 26

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE