Startup di alto livello allo sbando, i mercati troppo instabili

Diverse startup di livello alto sono state ridimensionate, la causa è la recente carneficina nei mercati azionari globali. Inoltre, a scarsa domanda di nuove quotazioni costringono le società a raccogliere fondi con uno sconto importante rispetto alle loro valutazioni molto alte.

Startup allo sbando: ecco cosa sta succedendo

La notizia diffusa da Reuters, evidenzia come il denaro facile da accordi di capitale di rischio sta rapidamente evaporando in un contesto di alti tassi di interesse. Questa situazione è innescata dall’inflazione. Infatti, sono molti investitori privati che guardano al fondo per ​​ finanziare le startup. Molte di queste potrebbero non ricavare un profitto per molti anni.

Tra le società più importanti, ci sono: la società di pagamenti Stripe, la società svedese buy-now-pay-later Klarna e la startup di consegne Instacart. Queste società hanno visto le loro valutazioni scendere. Solo negli Stati Uniti si contano 81 società che hanno dovuto ridurre la loro valutazione, lo evidenzia il rapporto dati di PitchBook.

Capitale a rischio

Altre aziende con fondi iniziali o finanziamenti in fase iniziale, vedono le loro valutazioni in discussione. Kyle Stanford, analista senior di capitale di rischio di PitchBook, ha affermato: “Senza un mercato IPO aperto e una disponibilità di capitale nella fase finale molto più bassa ora rispetto allo scorso anno, aumenta la probabilità che queste società ritirino i round”.

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE