Invalidità 74% e bonus di 2 mesi per ogni anno lavorato

La maggiorazione contributiva di 2 mesi per ogni anno lavorato è riconosciuta dall’INPS al lavoratore disabile con una determinata percentuale di invalidità. Scopriamo come funziona.

Una Lettrice ci chiede: “Sono stata riconosciuta dall’INPS invalida al 74%. Ho diritto ad avere il bonus di 2 mesi di contributi aggiuntivi per ogni anno che ho lavorato?”

Invalidità al 74% e maggiorazione contributiva

Purtroppo la risposta è negativa. Se la percentuale di invalidità riconosciuta dall’ASL è del 74%, non si ha diritto a nessuna maggiorazione. La normativa prevede che in caso di handicap superiore al 74%, è riconosciuta al lavoratore disabile un’anzianità contributiva di due mesi aggiuntivi per ogni anno di lavoro prestato, fino ad un massimo di cinque anni. Se l’attività lavorativa prestata non raggiunge l’anno, l’INPS calcola un sesto in più per ogni settimana di lavoro svolto.

Il cosiddetto “bonus di 2 mesi” non è retroattivo perché vale solo i per periodi di lavoro effettivo prestato una volta riconosciuta l’invalidità. Infatti, dal calcolo sono esclusi tutti i periodi che non derivano da attività lavorativa effettiva, sono esclusi anche i periodi coperti da contribuzione figurativa (ad esempio i permessi e congedo per legge 104) e quelli coperti da contribuzione da riscatto o volontaria.

Leggi anche: I contributi Naspi danno ‘zero’ nel calcolo, valgono per la pensione?

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE