Naspi per le mamme anche per chi si licenzia

L’indennità di disoccupazione mensile (NASPI) è erogata solo su domanda dell’interessato nel caso di perdita del lavoro involontariamente. Ma esiste un’eccezione per le mamme che presentano le dimissioni volontarie.

La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego – NASpI, spetta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che hanno perduto involontariamente in lavoro. Inoltre, possono accedere alla Naspi anche gli apprendisti; personale artistico con rapporto di lavoro subordinato; i soci di cooperative con rapporto di lavoro subordinato con le medesime cooperative; dipendenti a tempo determinato delle pubbliche amministrazioni. Infine, ci sono delle eccezioni che prevedono l’erogazione della NASPI anche con le dimissioni volontarie.

Dimissioni volontarie: si può ottenere la NASPI, l’eccezione

Tra le eccezioni della NASPI, esiste quella della tutela delle neo mamme. Una lettrice ci ha posto il seguente quesito: “Sono una lavoratrice dipendente e vorrei lasciare il lavoro per occuparmi di mia figlia, ho terminato il periodo di maternità e sono tornata a lavoro, ma sento il bisogno di occuparmi a tempo piena della mia bambina. Ho letto che se mi dimetto entro un anno di vita del bambino ho diritto alla NASPI. Mi può confermare questa notizia e quanto mi spetterebbe? Grazie”

Le confermo la notizia, si tratta di una delle eccezioni della NASPI, che di norma si riceve solo in caso di licenziamento. In effetti, le lavoratrici che presentano le dimissioni durante la maternità ed entro il primo anno di vita del figlio, hanno diritto all’indennità di disoccupazione NASPI. Bisogna avere 13 settimane di contributi per ottenere l’assegno NASPI.

L’importo massimo erogato dall’INPS è di 1.550,42 euro al mese. L’importo della NASPI si calcola sommando gli imponibili previdenziali degli ultimi 4 anni e dividendo poi tale importo per le settimane di contribuzione e moltiplicando il tutto per 4,33.

Ti potrebbe interessare anche: I contributi Naspi danno ‘zero’ nel calcolo, valgono per la pensione?

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE