Pensione di inabilità e doppio assegno

La pensione di inabilità è una prestazione economica riconosciuta dall’INPS a favore di soggetti ai quali sia stata riconosciuta un’inabilità lavorativa totale e permanente e in situazione di bisogno economico. Ma è possibile ottenere un doppio assegno? Scopriamolo insieme.

Un Lettore sul nostro gruppo Facebook chiede: “Chi e titolare di pensione di inabilità e invalido al 100 per cento art. 3 comma 3 può percepire un ulteriore assegno riguardo l’invalidità 100 per cento se non lavora e non ha redditi?

È possibile percepire l’indennità di accompagnamento, chiamato anche assegno di accompagno, solo se il richiedente sia stato riconosciuto invalido totale e tramite accertamento sanitario gli sia stata riconosciuta la condizione di non essere in grado di deambulare autonomamente o senza l’aiuto di un accompagnatore, e di non essere in grado di compiere azioni di vita quotidiana, ad esempio: vestirsi, mangiare, lavarsi, ecc.

Pensione di inabilità e indennità di accompagnamento compatibili

L’indennità di accompagnamento è erogata dall’INPS, corrisponde nel 2024 ad un importo di 531,76 euro al mese e spetta per dodici mensilità. L’importo annuo erogato è di 6.381,12 euro a prescindere dall’età del richiedente e dal reddito personale.

L’indennità di accompagnamento non può essere percepita da chi è ricoverato presso istituti o RSA la cui retta è pagata dallo Stato o ente pubblico. L’INPS ha specificato che se il ricovero ospedaliero è superiore a 30 giorni, l’indennità non è erogata.

Tuttavia, l’Istituto con il messaggio n. 3347 del 29/09/2023, ha previsto delle eccezioni, si legge nel testo: “l’indennità di accompagnamento non sarà sospesa qualora sia necessaria la presenza continua di un familiare o di un infermiere privato per attendere a tutti gli atti quotidiani della vita, nonché qualora la presenza dei genitori per l’intera giornata sia assolutamente necessaria per il benessere fisico e relazionale del minore, utile alla migliore risposta ai trattamenti terapeutici“.

L’indennità di accompagnamento è compatibile con la pensione di inabilità, inoltre, è possibile ottenere anche delle agevolazioni fiscali per acquisto auto con legge 104

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE