Pensione Opzione Donna: finestra mobile e come si calcola il tempo di decorrenza

La pensione anticipata dedicata alle donne “Opzione Donna” è una misura previdenziale che tutela le lavoratrici sia dipendenti sia autonome.

Questa misura è molto criticata ed è a scadenza annuale, il Governo ogni anno deve procedere con la proroga per permette alle lavoratrici di poter inoltrare domanda.

Tanti di dubbi sui requisiti e sulle finestre mobili, ecco in merito un quesito di una nostra Lettrice: “Ho sessant’anni e sono stata dipendente e poi commerciante sono nata nel 1961 e al fine 2020 potevo far valere circa 34 anni di lavoro come dipendente e tre anni di lavoro come commerciante. Il CAF mi ha detto che ho già i requisiti per accedere alla pensione opzione donna, però, mi ha detto anche, che dovrò attendere molti mesi prima di poter percepire la pensione. Secondo il CAF devo attendere una finestra mobile che va dai 12 ai 18 mesi. Volevo cortesemente sapere se effettivamente devo attendere tutti questi mesi prima di poter percepire l’assegno di pensione”.

Pensione e quote 97 o 98, sono ancora una possibilità nel 2022

Pensione Opzione Donna e finestra mobile

La pensione Opzione Donna prevede determinati requisiti anagrafici e contributivi ed esattamente: 35 anni di contributi e 58 anni di età per le lavoratrici dipendenti e 59 anni per le lavoratrici autonome. Per poter accedere alla pensione, le lavoratrici dipendenti devono attendere una finestra mobile di 12 mesi, invece, le lavoratrici autonome devono attendere 18 mesi.

Presentare domanda di pensionamento entro fine anno

La finestra mobile parte dal perfezionamento dei contributi e del requisito anagrafico. Quindi, nel caso della nostra lettrice la finestra mobile è di 18 mesi. Le consiglio di rivolgersi al patronato e chiarire bene la questione della finestra mobile in quanto parte dal momento della maturazione di entrambi i requisiti. Pertanto, se ha deciso per questa misura previdenziale, e non lo ha ancora fatto, le consiglio di presentare la domanda. Ricordo che, attualmente la pensione Opzione Donna è ancora in vigore e termina il 31 dicembre 2022. Per il 2023 non si conosce ancora l’effettiva proroga e che cosa succederà

Inoltre, la pensione opzione donna è una misura calcolata interamente con il sistema contributivo e in alcuni casi può risultare penalizzante.

Contattaci tramite mail redazione.bonus24ore@gmail.com o WhatsApp dove potrai seguire i nostri aggiornamenti tramite WhatsApp al numero 379 122 78 26

Seguici su Instragram e su Facebook

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE