Pensione anticipata a quote con età da 61 a 64 anni

Il lavoro notturno fa parte dei lavori usuranti che permette l’accesso alla Quota 41 o la pensione anticipata a quote: 97,6; 98,6; 99,6 o 100,6. Il requisito richiesto per il lavoro notturno è che sia svolto per almeno sette anni nei dieci anni prima del pensionamento o almeno per la metà della vita lavorativa.

“Buongiorno, ho 62 anni fatti ad agosto, ho 37 anni e più di contributi, da oltre 20 anni faccio guardiano notturno con oltre 78 notti annuali. Quando posso andare in pensione con il beneficio per lavori usuranti con quota 97,6? Grazie”

Pensione e quote 97 o 98, sono ancora una possibilità nel 2022

Pensione anticipata a quote: come si calcolano le notti

Le notti su calcolano per ogni anno di lavoro a partire dal mese di assunzione. Ad esempio se un lavoratore ha iniziato a lavorare nel mese di luglio 2021, l’anno di riferimento per il calcolo delle notti deve essere effettuato da luglio 2021 a giugno 2022.

Per effettuare il calcolo in modo corretto, non bisogna operare la media aritmetica dei vari anni di lavoro, ma è necessario, per ogni anno, aver maturato il numero di notti richieste per il pensionamento anticipato. La pensioni a quote cresce progressivamente per chi cumula il lavoro dipendente e autonomo. Oppure, ha un numero minore di turni di notte nell’anno. Ecco una tabella che chiarisce i requisiti per le varie quote:

Quota 97,6almeno 78 notti 61 anni e 7 mesi di età e 35 anni di contributi
Quota 98,6da 72 a 77 notti62 anni e 7 mesi di età (cumulo lavoro dipendente e autonomo)
Quota 99,6da 64 a 71 notti63 anni e 7 mesi di età (per chi rientra in entrambi i casi oppure ha solo lavoro dipendente ma con meno turni (64 e71 notti l’anno)
Quota 100,6da 64 a 71 notti64 anni e 7 mesi di età e l’utilizzo di contributi come lavoro autonomo
Pensioni a quote

Per il raggiungimento dei 35 anni di contributi si considerano tutti i contributi esclusi quelli per disoccupazione e malattia: Pensione: 35 anni di contributi effettivi

Entra nella Community e nella Chat del Gruppo WhatsApp con notizie sull’invalidità, sui vari bonus e sulla Legge 104. Nei gruppi Facebook puoi confrontarti con migliaia di persone con i tuoi stessi interessi:

Quota 41 e lavoro notturno

Per la quota 41 sono necessarie almeno 64 notti all’anno. Inoltre, il raggiungimento delle notti nell’anno è fondamentale, perché se in un anno non si raggiunge il numero di notti, l’anno in questione non è considerato nel conteggio dei 7 anni. La quota 41 prevede anche altri vincoli: Pensione Quota 41: per arrivare al requisito i contributi volontari sono una soluzione

Come fare domanda per la pensione a quote

Raggiunti i requisiti la domanda deve essere presentata entro il mese di maggio di ogni anno. Nel caso di domanda presentata in ritardo anche la decorrenza dell’assegno è corrisposto in ritardo fino ad un massimo di tre mesi (non si applica ai dipendenti del comparto scuola e AFAM).

La certificazione che attesta il possesso dei requisiti deve essere richiesta entro il primo maggio dell’anno precedente alla maturazione dei requisiti. Ad esempio chi matura i requisiti nel 2023 dovrà presentare domanda entro il prossimo primo maggio.

Consiglio di rivolgersi ad un patronato e verificare la possibilità di presentare richiesta di certificazione per il pensionamento con quota 97,6, se non è stata già richiesta.

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE