Sgravio contributivo per le PMI: le istruzioni INPS ufficiali per recuperare i soldi

L’INPS con il messaggio n. 2179 del 10/06/2024 ha pubblicato le modalità di recupero e il residuo 2019 dello sgravio contributivo per le PMI.

La precedente circolare INPS n. 100 del 9 settembre 2020 ha fornito istruzioni operative per la fruizione dello sgravio contributivo di cui all’articolo 6 del decreto-legge 1 ottobre 1996, n. 510, per le imprese che hanno stipulato contratti di solidarietà (CdS) difensivi accompagnati da CIGS, i cui periodi di CIGS per contratto di solidarietà erano conclusi entro il 31 ottobre 2019.

Sgravio contributivo per le PMI

Il messaggio n. 1697 del 26 aprile 2021 ha ammesso alla fruizione dello sgravio le PMI i cui periodi di CIGS per contratto di solidarietà si sono conclusi entro il 30 settembre 2020.

Purtroppo, è emerso che le misure autorizzate nei decreti ministeriali erano superiori a quanto effettivamente speso, quindi il Ministero del Lavoro ha adottato nuovi decreti di ammissione allo sgravio contributivo a valere sulle risorse residue per l’anno 2019.

Adempimenti delle Strutture territoriali

Il messaggio INPS n.2179 del 10 giugno 2024 riporta che la procedura per il conseguimento dello sgravio deve essere attivata su iniziativa del datore di lavoro. La Struttura territoriale competente attribuisce alla posizione aziendale il codice di autorizzazione “1W” per indicare che l’azienda ha stipulato contratti di solidarietà accompagnati da CIGS ed è ammessa alla fruizione delle riduzioni contributive.

È possibile consultare qui il messaggio INPS per seguire le modalità di compilazione della domanda: messaggio INPS n.2179 del 10 giugno 2024
Le operazioni di conguaglio devono essere effettuate entro il 16 del terzo mese successivo alla pubblicazione del messaggio. La rilevazione contabile degli sgravi avviene utilizzando il codice causale “L982” e il conto GAW37349 istituito con la circolare n. 100/2020.

Angelina Tortora
Angelina Tortorahttps://bonus24ore.it
Giornalista pubblicista iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Campania, ragioniera commercialista iscritta all'ordine dei Revisori Legali. Si occupa di tematiche fiscali e previdenziali. Aiuta il Lettore nel disbrigo delle pratiche dalle più semplici alle più complesse. Direttrice di varie testate giornalistiche e impegnata in vari progetti editoriali e sociali.
ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE