Le melanzane ricche di vitamine K e B6, riducono il rischio di malattie cardiache e diabete

Studi scientifici dimostrano le tantissime proprietà benefiche delle melanzane, ad esempio aiutano il fegato, riducono le malattie cardiache e il diabete.

Quando ci avviciniamo all’estate cosa c’è di meglio che consumare degli ortaggi che ci offrono tante varietà di preparazione a costi non tanto elevati e con un livello di sazietà alto; stiamo parlando della melanzana. Oltre a quello detto è importante sapere che questo ortaggio, usato con attenzione, diventa molto importante per la circolazione, dando benessere al fegato aiutando ad eliminare tossine e scorie dal nostro corpo. Questo perché la melanzana ha un alto contenuto di acqua, ben il 92% e grazie ad un discreto apporto di potassio.

Le melanzane: le regine dell’estate

Le melanzane vengono chiamate anche ‘le regine dell’estate‘ proprio perché si possono gustare in tanti modi facendo però anche molta attenzione a come si preparano. Non tutti sanno che questo ortaggio è come una vera spugna, se viene preparata in determinati modi, tende ad assorbire eventuali grassi e oli da noi utilizzati.

Uno studio pubblicato sulla rivista “Nutrients” nel 2019 ha evidenziato che le melanzane contengono composti bioattivi come gli antociani, che hanno proprietà antiossidanti e anti-infiammatorie. Questi composti possono aiutare a ridurre il rischio di malattie croniche come il diabete e le malattie cardiovascolari.

I mille benefici: ricche di vitamina K e B6

La melanzana è un ortaggio originario dell’India, consumata in modo giusto si possono ottenere tanti benefici, come depurare il nostro organismo e aiutano a combattere l’invecchiamento cellulare. La melanzana ha un apporto di calorie davvero basso, 25 per 100 grammi. Ottime anche per combattere i radicali liberi grazie all’apporto di acido clorogenico, ottime per combattere chi soffre di anemia con un buon contenuto di rame e ferro.

Godono anche di un’altra proprietà, quella di avere una funzione di lassativi naturali e infine sono una buona fonte di vitamina C, ottima per la difesa del nostro sistema immunitario. Inoltre, contiene vitamina K e vitamina B6 necessaria per la sintesi della seratonina aiutandoci così con l’ormone del buonumore, come riporta un articolo della Mayo Clinic.

Tipi di melanzane e conservazione

I tipi di melanzana che si trovano nel nostro bel Paese sono varie, ma quelle che troviamo più facilmente nei nostri mercati sono quelle ovali e quelle a forma allungata. Le proprietà di entrambe sono identiche, l’acquisto molte volte è legato dall’uso che se ne vuole fare. Per essere ottimale la melanzana non deve essere troppo dura, significa che è acerba, non troppo molla, significa che è troppo matura. Per essere una buona melanzana non deve presentare ammaccature e la sua buccia deve essere lucida. Mi raccomando quando si acquista una melanzana assicurarsi che il picciolo sia sempre attaccato al frutto; questo vale anche per chi lo acquista, non staccarlo fino a quando non si decide di consumare la melanzana.

La conservazione di questo ortaggio comprato in buone condizioni è in frigo ma per non più di 4-5 giorni. Si può anche congelare dopo averlo tagliato a fette o cubetti e grigliato. Attenzione, non consumare le melanzane quando sono crude, contengono una quantità alta di solanina, una sostanza molto tossica che può causare irritazione della mucosa gastrica e sonnolenza.

Con le melanzane si possono fare tanti piatti, associarle in un primo, farle diventare un secondo, oppure, come contorno o antipasto. La cosiddetta parmigiana di melenzane è contesa tra la Campania, la Sicilia e l’Emilia Romagna, con la differenza di pochi ingredienti tra loro ma, che danno un risultato finale ottimo e prelibato.

Leggi anche: Fagiolini ricchi di calcio e magnesio: depurano e proteggono le ossa

Ricetta della Parmigiana di melanzane: una bontà unica da provare

Per la preparazione della parmigiana di melanzane si passa da una difficoltà media in cui ci vogliono circa 40 minuti e una cottura che supera l’ora e mezza. Affrontando una spesa media si riesce ad accontentare il palato di 8 persone.

Ecco gli ingredienti:

2 chili di melanzane;

1 passata di pomodoro da 1 chilo;

150 grammi di parmigiano:

1 cipolla dorata;

500 grammi di mozzarella;

Sale fino, olio extra vergine di oliva, pepe nero e basilico: il tutto q.b.

Preparazione

Per la preparazione la prima cosa da fare è preparare il sugo. In un tegame mettete a riscaldare l’olio e versate la cipolla tritata e dopo un paio di minuti di rosolamento versare la passata di pomodoro mescolando spesso. Lasciare il tutto per circa 45 minuti a fuoco lento e nel frattempo aggiungere sale e basilico. Lavare e pulire le melanzane e affettarle in fette di almeno 4-5 millimetri, friggerle in una padella con olio già caldo a 170° e appena dorate versarle in un vassoio su cui avete riposto carta assorbente.

Nel momento in cui avete finito di friggere le melanzane prendere una pirofila e versare un primo strato di sugo; subito dopo disponete un primo strato di melanzane mettendoci sopra un altro strato di sugo e un primo strato di mozzarella che avete tagliato precedentemente a cubetti. Continuate così a fare strati di melanzane alternati con pomodoro, mozzarella, parmigiano e basilico fino al completamento. Mettere in forno per circa 30 minuti, la parmigiana dovrà essere infornata a 200 gradi. Una volta tolta dal forno prima di servirla lasciatela riposare per un 20 minuti.

ARTICOLI CORRELATI

DALLO STESSO AUTORE